TAMPONE ANTIGENICO RAPIDO PER SARS-CoV-2

DRIVE IN E PEDONALE

COSTO 22,00 EURO

Solo su appuntamento  3295846419

Finalizzato al contenimento della diffusione della pandemia Covid-19, previa Determinazione Regionale n. G11083 del 29/9/2020, il Laboratorio Analisi del CENTRO STS ha iniziato ad eseguire i test antigenici rapidi per l’identificazione del virus SARS-CoV-2 su secrezioni prelevate con tampone nasofaringeo (naso e gola).
Questo esame è da considerarsi un test di screening di facile esecuzione, rapido, poco costoso, proponibile a soggetti asintomatici esposti a rischio di infezione. Ha una sensibilità del 96% e specificità del 99%. L’esito dipende dalla carica virale presente nelle secrezioni: più la carica virale è alta più elevata è l’attendibilità.
NEGATIVO: il risultato negativo significa che il test non ha rilevato antigeni virali del Sars-CoV-2 nel tampone. Il risultato negativo non esclude la possibilità di una recente infezione con una bassa carica virale ed è specifico solo per l’assenza di antigeni del SARS-CoV-2.
POSITIVO: il risultato positivo significa che il test ha rilevato antigeni virali del Sars-CoV-2 per cui il soggetto è da considerare potenzialmente portatore e contagiante. Questo risultato deve essere confermato con tampone molecolare e fino all’esito di questo il paziente è tenuto a restare in isolamento fiduciario. Il risultato positivo è specifico per il Sars-CoV-2.
Il test rapido su tampone nasofaringeo ha un costo di 22 Euro.
– Il Test è effettuabile SOLO SU PRENOTAZIONE con RICETTA MEDICA BIANCA e TESSERA SANITARIA.
Referto in giornata
Per prenotare il suo test ci contatti al numero 3295846419

TEST SIEROLOGICI PER SARS-CoV-2

Il 9 gennaio 2020 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che le autorità sanitarie cinesi hanno individuato un “nuovo ceppo di coronavirus” mai identificato prima nell’uomo, provvisoriamente chiamato 2019-nCoV e classificato in seguito ufficialmente con il nome di SARS-CoV-2.

Il virus è associato a un focolaio di casi di polmonite registrati a partire dal 31 dicembre 2019 nella città di Wuhan, nella Cina centrale. L’11 febbraio, l’OMS ha annunciato che la malattia respiratoria causata dal nuovo coronavirus è stata chiamata COVID-19.

Al momento attuale le conoscenze in merito alla risposta immunitaria da infezione da virus SARS- CoV-2 non sono consolidate e, come affermato anche nella circolare del Ministero della Salute (circolare 11715 del 3 aprile), i test sierologici sono molto importanti nella ricerca e nella valutazione epidemiologica della circolazione virale. Come attualmente raccomanda anche l’OMS, per il loro uso nell’attività diagnostica d’infezione in atto da SARS-CoV-2 sono necessarie ulteriori evidenze sulle loro performance e sull’utilità operativa.

In particolare, i test rapidi basati sull’identificazione di anticorpi IgM e IgG specifici per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, non possono, allo stato attuale dell’evoluzione tecnologica, sostituire il test molecolare basato sull’identificazione di RNA virale dai tamponi nasofaringei secondo i protocolli indicati dall’OMS.

Il Laboratorio di Analisi Cliniche del Centro STS, pur avendo avuto modo di valutare numerosi test rapidi forniti dalle aziende di diagnostica per la rilevazione qualitativa (positiva o negativa) degli anticorpi IgG e IgM, ha deciso di non renderli più disponibili poiché ritiene che essi non garantiscano standard di qualità per risultati attendibili.
Il dosaggio immunologico per la rilevazione qualitativa degli anticorpi IgG/IgM anti-SARS-CoV-2 su campioni di siero viene effettuato con
TEST QUALITATIVO AUTOMATIZZATO.
Utilizziamo Strumentazione e kit ABBOT, azienda vincitrice dell’appalto nazionale, garanzia di affidabilità e tempestività nei risultati e BIOMERIEUX.

 

 

Indicazioni sui  test

DOSAGGIO con tecnica ELFA (Enzyme Linked Fluorescent Assay) per ricerca SARS-CoV-2 IgM

VIDAS  SARS-CoV-2 IgG  è un test qualitativo automatizzato, distribuito dalla BIOMERIEUX, che permette la determinazione dell’Immunoglobulina M (IgM) specifica per il SARS-CoV-2  nel siero e nel plasma umano (litio eparina) con la tecnica ELFA. Tale test è indicato per uso come ausilio nel determinare se un individuo può essere stato esposto ed infettato dal virus e se ha sviluppato una risposta immunitaria specifica di IgM anti- SARS-CoV-2. E’ stato segnalato che tali anticorpi compaiono nel siero o nel plasma di soggetti infetti dopo la rilevazione di acido ribonucleico virale (RNA) nei tamponi a distanza di pochi giorni fino a 2 settimane dall’insorgenza dei sintomi. Questa risposta anticorpale è caratterizzata da un aumento iniziale delle Immunoglobuline i tipo M (IgM), seguito poi dalle Immunogobuline di tipo G (IgG). Questo test è destinato esclusivamente ad una rilevazione di tipo qualitativo. Il valore di test stesso non può essere utilizzato per determinare la quantità di anticorpi IgM anti- SARS-CoV-2. L’ordine di grandezza del risultato misurato oltre la soglia non è indicativo della quatità totale di anticorpi presenti nel campione.

TEST IN CHEMILUMINESCENZA

Il dosaggio SARS-CoV-2 IgG è un dosaggio immunologico chemiluminescente a cattura di microparticelle (CMIA) utilizzato per la rilevazione degli anticorpi IgG anti-SARS-CoV-2 in campioni di siero e/o plasma umano sull’ARCHITECT i1000 System, ABBOT. Il dosaggio SARS-CoV-2 IgG viene utilizzato come “ausilio” nella diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 congiuntamente alla valutazione del quadro clinico e di altri test di laboratorio. I risultati del dosaggio SARS-CoV-2 IgG non devono essere usati come unica base per la diagnosi. Il dosaggio SARS-CoV-2 IgG è concepito per rilevare gli anticorpi appartenenti alle immunoglobuline di classe G (IgG) diretti contro la proteina nucleocapside del SARS-CoV-2 nel siero e plasma di pazienti che presentano segni e sintomi di infezione con sospetta malattia da coronavirus (COVID-19), oppure nel siero e plasma di soggetti che potrebbero aver contratto l’infezione.  Il sistema immunitario dell’organismo ospite reagisce all’infezione da SARS-CoV-2 producendo anticorpi specifici. E’ stato segnalato che tali anticorpi compaiono nel siero o nel plasma di soggetti infetti dopo la rilevazione di acido ribonucleico virale (RNA) nei tamponi, a distanza di pochi giorni fino a 2 settimane dall’insorgenza dei sintomi. Gli anticorpi IgG anti-SARS-CoV-2 specifici sono rilevabili nei pazienti affetti da COVID-19 nella fase sintomatica della malattia quando l’RNA non è più rilevabile. La persistenza degli anticorpi IgG consente di identificare gli individui che hanno contratto l’infezione in passato, sono guariti dalla malattia e ne sono “verosimilmente diventati immuni”. La rilevazione delle IgG e altri dosaggi sierologici svolgeranno un ruolo importante nella ricerca e sorveglianza.

Cosa significa un test sierologico positivo

Un test sierologico positivo indica il fatto che l’organismo è venuto a contatto con il virus SARS-CoV-2. Una persona con un test positivo si deve sottoporre ad un tampone nasofaringeo per escludere che ci sia un’infezione in atto. Se il test sierologico è positivo ed il tampone negativo vuol dire che l’infezione è guarita, ma non si può ad oggi essere sicuri del fatto che questa persona non possa contagiarsi nel futuro.

Cosa significa un test negativo

Un test sierologico negativo indica con un elevato livello di probabilità che l’organismo non è venuto a contatto con il virus SARS-CoV-2, ma non è assoluta garanzia dell’assenza di infezione da SARS-CoV-2.

ESITO POSITIVO

In caso di esito positivo dell’esame, l’utente ha l’obbligo di contattare immediatamente il proprio medico di medicina generale/pediatra di libera scelta e di rispettare, da subito, le norme legate al distanziamento sociale, ponendosi in isolamento (nel suo domicilio o in altra struttura) e dovrà seguire le istruzioni della determinazione del 12 maggio 2020 allo scopo di sottoporsi, entro le 48 ore dalla prescrizione medica al test molecolare presso una delle sedi “drive in” presenti sul territorio della propria ASL di residenza (aperte al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 18,00 e il sabato dalle 9,00 alle 14,00), assicurando il rispetto delle misure di distanziamento nell’abitacolo.

Il risultato positivo ha valore solo in un contesto di rilevazione epidemiologica sperimentale.

Qualunque sia il risultato gli utenti DEVONO SEMPRE continuare a seguire le misure di contenimento previste dalla legge

I test così effettuati non costituiscono in alcun caso certificazione dello stato di malattia /contagiosità o guarigione dell’individuo che lo ha effettuato.

COSTI e MODALITA’ DI PRELIEVO

TEST SIEROLOGICI per ricerca anticorpi anti SARS-CoV-2 IgG e IgM

COSTO: 60 euro

I prelievi ematici verranno effettuati presso al nostra sede tutti i giorni dal LUNEDI’ al SABATO, dalle ore 8.00 alle ore 10.00.